Archivio | Grecia RSS feed for this section

Santorini mon amour

10 Set

Viaggiare nella vita abbiamo viaggiato. Americhe, Africa, Oceania, Asia gli altri continenti almeno in parte li abbiamo toccati tutti.

Ma un’isola così spettacolare non ce la ricordiamo.


Santorni ti lascia senza fiato. Non scherziamo.  E’ davvero così.

Immaginatevi un’isola a mezzaluna, che si percorre in macchina in meno di tre ore da Sud a Nord, che da un capo vedi l’altro.

image

Immaginatevi che innanzi a voi potete ammirare in tutto il suo splendore la caldera del vulcano e qualche altra piccola isoletta.

Immaginatevi paesini bianchi e luccicanti dalle pareti arrotondate appollaiati sulle scogliere a picco.

Immaginatevi una storia che parla di miti e una lingua antica che ti saluta al mattino dicendoti: “kalimera”.

Immaginatevi rocce nere, bianche e rosse da toccare e l’odore, ovunque, del mediterraneo.

Immaginatevi un cibo corposo fatto di creme e verdure freschissime condito con un formaggio bianco dal nome feta e pesce per tutti i gusti.

Immaginatevi vigne arrotolate, basse e intricate che producono un vino dal gusto intenso e profondo.
image

E nonostante tutto questo immaginare ancora sarete lontani da ciò da cui i vostri sensi saranno invasi quando metterete piede su quest’isola.

Come muoversi:

Santorini dopo l’eruzione vulcanica del 1600 che ha inabissato parte dell’isola può essere considerato un piccolo arcipelago composto, oltre che da Santorini stessa, da altre quattro isole: Therasia anch’essa abitata, Aspronisi un grosso scoglio, Palea Kameni che ospita le sorgenti termali e Nea Kameni l’isola vulcanica più recente che contiene un vulcano ancora attivo. Tutte le isole sono raggiungibili con tour in giornata che partono dal molo turistico di Fira detto Fira Skala.

image

L’isola di Santorini ha una superficie di quasi 80 Kilometri quadrati, il miglior modo per visitarla in totale libertà è dotarsi di un mezzo autonomo. Si può scegliere fra lo scooter, il quad oppure la macchina. Noi abbiamo scelto la macchina a noleggio ed in particolare una cabrio, l’ideale per le ore più calde anche se a Santorini soffia quasi sempre un vento imponente. Sull’isola gli autonoleggi sono numerosi, ci si può affidare al proprio hotel oppure prenotare in autonomia anche da casa grazie ad internet.
image

punti panoramici secondo noi da non perdere sono:

Monte Profitis Ilias che coi suoi 576 metri d’altezza domina tutta l’isola

– Il faro di Cape Akrotiri che permette di avere una visuale su Aspronisi, palia Kameni e Nea Kameni

– la strada principale che da Fira porta ad Oia innalzata sul livello del mare

Allora? C’è bisogno di aggiugere altro per indurvi a metterla in programma come una delle prossime mete?

Annunci

In partenza per Santorini

6 Set

Uno dei film che ogni anno guardo e riguardo è “che ne sarà di noi” un film sul passaggio dall’adolescenza all’età adulta, un film sul cambiamento e sulle scelte. Questo film è ambientato in un isola che sembra magica, dominata da un mulino a vento in cima ad una scogliera bianca. “In un Paese antico un ragazzo cammina in salita” così recita la voce fuori campo a pochi minuti dalla fine.

Che Santo è Santo Rini?” è invece una delle frasi che ogni volta mi fa più sorridere.

E così tra una replica e l’altra ho sempre sperato di poter esserci anch’io fra quelle casette dal tetto blu a guardare uno dei tramonti che dicono essere i più belli al mondo (wow ma sarà vero??? sembra un’esagerazione, no???? però guardate qui sotto, forse è veroooooo!!!)

Bene, stasera questo sogno diventa realtà! Grazie al contest #whysantorini , di cui vi abbiamo parlato qui a Giugno, passeremo il week end in questa isola delle Cicladi a festeggiare, pensate un po’, l’anniversario di matrimonio!

Io sono già pronta, l’unica cosa impegnativa sarà portare il vestito da sposa per rimembrare l’occorrenza, che ne dite, è un’idea un po’ troppo balzana? Cin Cin!

Qualche info utile per raggiungere Santorini

Santorini fa parte delle isole dell’arcipelago delle Cicladi, si trova sopra Creta da cui dista 189 km. A nord di Santorini si trovano le isole di Milo, Ios, Paros, Naxos.

Via mare: dall’Italia i traghetti fermano a Patrasso o a Igoumenitsa da cui dovrai spostarti su Atene siccome i traghetti per Santorini partono dal Pireo, ovvero il porto di Atene. Da Igoumenitsa Atene dista 439 km, mentre da Patrasso 209. Arrivare a Santorini in traghetto dall’Italia è abbastanza lungo e complicato calcola almeno un giorno e mezzo per gli spostamenti. A Santorini ci sono due porti: Athinios il principale, dove arrivano i traghetti, e Fira che è il porto utilizzato soprattutto per le escursioni per il vulcano, la Caldera e l’isola di Thirasia, oltre ad essere lo scalo per le navi da crociera.

Via aerea: varie sono le attuali compagnie low cost che raggiungono Santorini. Noi abbiamo scelto la neonata Volotea che parte dall’areoporto di Venezia Marco Polo. Oltre alle compagnie di bandiera greca, Aegean Airlines e Olimyc air che effetuano collegamenti con scalo su Atene, da Giugno a Settembre è possibile raggiungere l’isola con voli diretti operati da : Easyjet, Meridiana, Bule Air Express e diverse compagnie charter con partenze su tutto il territorio nazionae. Per avere un’idea di quale sia la compagnia più economica in questo post potete farvi un’idea di come facciamo noi.

Sognando Santorini celebrando il 101° post

6 Lug

Questo che stiamo per scrivere è il nostro 101° post. Il nostro blog, ha avuto bisogno di ben un anno di gestazione e poi, finalmente, da Gennaio del 2012 ha iniziato a prendere vita. Un’avventura che ci ha coinvolti ogni giorno di più e ci ha visti collaborare insieme braccio a braccio non solo come marito e moglie ma proprio come colleghi. Stiamo crescendo pian pianino e le soddisfazioni più grandi sono vedere i vostri commenti e le interazioni con noi.

Oggi vorremmo festeggiare anche un’altra cosa che ci fà felici. A metà giugno WeLoveSantorini ha lanciato il contest #whysantorini , per partecipare occorreva, oltre che cliccare like sui loro social, scrivere in poche righe la propria motivazione a visitare quest’isola.

Pur non avendo mai vinto nulla in vita nostra (ah beh sì Luca una volta ha vinto due biglietti per un concerto) questa volta siamo stati scelti grazie a questa frase:

“Voglio riempirmi le orecchie di una lingua antica. Voglio perdermi nel suo blu e nel suo bianco” 

Noi Santorini non la conosciamo ma ce la immaginiamo tutta bianca e blu, piena di tortuose viuzze e con vecchietti appollaiati su di un muretto a ripararsi dal sole parlando una lingua che ha tradizioni antiche. Santorini l’ho conosciuta grazie a Che ne sarà di noi, film sull’amicizia, l’amore e il diventare grandi che propongo ogni anno ai miei alunni che finiscono la scuola. Vi consiglio di vedervelo perchè lascia sempre col sorrisso sulle labbra durante i titoli di coda!

Sbirciando un pò in rete abbiamo scoperto tre caratteristiche dell’architettura di Santorini che ci hanno affascinato e vogliamo condividere con voi:

– Santorini è caratterizzata da molti villaggi tradizionali dipinti di bianco sulla vetta di imponenti dirupi dai 150 ai 300 metri, la scelta di posizionare i villaggi così in alto sembra sia stata dettata dal fatto di doversi difendere dai pirati

– le caratteristiche di questi villaggi sono le tradizionali casette bianche con le porte e le finestre dipinte di blu vicine fra loro

– ogni casa ha una propria yposkafa , una sorta di grotta che costituisce un prolungamento della casa stessa e ha la caratteristica di mantenere la stessa temperatura tutto l’anno

Quando e dove andremo?

Saremo ospitati per un weekend intero presso la yacuzzi suite del Blue Dolphin Resort  che si trova in Firostefani e guarda verso il vulcano Aegean Sea, un angolo di paradiso in mezzo alla natura.

Abbiamo già preso contatti con gli organizzatori perchè ci piacerebbe veramente tanto poter festeggiare là il nostro primo anniversario di matrimonio…che ne dite, ce lo meritiamo?