Archivio | Toscana RSS feed for this section

Relax a 360° all’Albergo le Terme di Bagno Vignoni

27 Giu

Il corpo sa di stare bene oggi. Le gambe sono rilassate e non possiamo fare a meno di sorridere.

La sensazione è quella di aver vissuto un sogno. Ecco cosa vuol dire rigenerarsi.

Avere la possibilità di passare un pò di tempo prendendosi cura di sè. Riavvolgere il nastro per ripartire. Consiglio a tutti di staccare la spina in questo modo.

Un posto dove tutto questo è possibile è  l’Albergo le Terme di Bagno Vignoni. Durante il blog tour #terresienayoung abbiamo avuto la fortuna di conoscere questo piccolo borgo in travertino dominato per tutta l’ampiezza della piazza da una vasca termale in cui d’inverno si può assistere allo spettacolo delle acque che evaporano.

La nostra era stata una visita lampo ma per fortuna ci è stata data l’occasione di gustarci questa esperienza termale con più calma.

La giornata comincia con un abbondante colazione nella sala ristorante dell’albergo con una vasta possibilità di scelta tra dolce e salato: marmellate biologiche, cornflakes di ogni genere, succhi di frutta, torte, affettati, ecc…

Ben rigenerati con accappatoio, cuffia e ciabatte che compongono il kit della spa ci dirigiamo verso zona relax composta da due vasche di cui una idro con cloro a 32 gradi ed una con acqua termale a 39 gradi dotata di cascate .

Il percorso prevede l’immersione seguita o preceduta dalla sauna romana a 40 gradi al cui centro c’è una piscina di acqua termale per il raffreddamento.

Abbiamo avuto la possibilità di provare anche i massaggi: Io, Elisa, mi sono regalata un massaggio californiano mentre Luca un lomi-lomi, tecnica tradizionale hawaiana che pare abbia origini sciamaniche.

Prima di metterci nelle abili mani delle massaggiatrici abbiamo preparato la pelle nella vasca idromassaggio per coppie con infusi di erbe (mi sono imposta chiedendo le erbe drenanti povero Luca!). Solamente noi, luci soffuse e musica new age…veramente molto romantico!

Alla sera poi si può cenare a La Terrazza, il ristorante-enoteca collegato all’albergo. La scelta dei vini è ottima così come quella delle carni accuratamente selezionate fra le chianine doc con tanto di certificato inserito in ogni menu. La Terrazza è una vera e propria terrazza sulla piazza/vasca di Bagno Vignoni e permette di gustarsi la cena riempiendosi gli occhi della bellezza dell’unicità del borgo.

La spa è disponibile fino a mezzanotte quindi si può usufruire dei suoi benefici anche in notturna. Praticamente un sogno!

Annunci

In Provincia di Siena fra cavalli, terme e altre avventure sempre mano nella mano

9 Giu

Se siete due ed innamorati come noi tante sono le occasioni che vi offre la Provincia di Siena. Oggi vogliamo condividere con voi qualche idea che abbiamo raccolto durante il blog tour #terresienayoung.

Innanzitutto c’è la possibilità di noleggiare una vespa e gironzolare per le sue dolci colline. La vespa è senza dubbio un modo ecologico di viaggiare e godersi appieno il panorama. Ci si può fermare quando si vuole per inerpicarsi in una pieve oppure per fare un bel picnic all’ombra di una quercia secolare. Noleggiarne una non è difficile, vi verranno forniti vari servizi come il casco, il navigatore e la consegna a domicilio. Se volete maggiori informazioni cliccate qui.

Un’altra cosa che noi abbiamo adorato è stato passeggiare a cavallo.

La Provincia di Siena è piena di sentieri in cui sono disseminati posti ristoro in convenzione dove voi  potrete rilassarvi e il vostro cavallo potrà essere assistitio.

La nostra escursione è iniziata all’associazione equestre Tre Laghi tra Chiusi e Chianciano Terme. Il maneggio è veramente pulito e organizzato oltre che ad essere immerso nella natura.

Saltare in sella e lasciarsi cullare dal passeggio rilassato che il cavallo ti offre è per me un’esperienza unica.

Un turismo lento che ti permette di sentire gli odori e vedere i colori che queste terre sprigionano. Ciascuna delle otto ippovie attrezzate passano vicino a monumenti e siti di rilevanza turistica.

La provincia di Siena ha istituito un sito apposito dedicato alle escursioni nelle ippovie di cui potete avere tutte le info cliccando qui.

Infine  la Provincia di Siena offre un ampio sistema di centri termali. Noi abbiamo avuto la possibilità di provare il Salone Sensoriale delle terme di Chianciano.

Realizzato all’interno del parco termale dell’Acqua Santa, è un elegante stabilimento unico in Italia basato sui criteri della naturopatia che coniuga i chakra con soluzioni architettoniche modernissime.

Sebbene siamo avvezzi a visitare vari centri termali essendo grandi stimatori di spa e terme siamo veramente rimasti a bocca aperta quando siamo entrati qui. Si può scegliere fra quattro specifici percorsi termali (rilassante, energizzante, depurativo, riequilibrante) della durata di circa tre ore e mezza ciascuno.

La spa è suddivisa in quattro aree dedicate ai quattro elementi: acqua, terra, fuoco, aria. All’ingresso agli ospiti viene consegnato un kit composto da accappatoio, ciabatte, cuffia e prodotti termali per l’igiene. Abbiamo provato per la prima volta i fanghi, un’esperienza unica da fare a due!

Suggestione e fascino all’Abbazia di San Galgano

26 Mag

C’è un posto in Val di Merse in provincia di Siena che rievoca leggende di cavalieri e di spade nella roccia: l’Abbazia di San Galgano.

Un luogo così irreale e fuori dal tempo che si fatica a credere esista per davvero. Un edificio a pianta Bernardina con croce latina a tre navate che si inserisce perfettamente nelle regole di costruzione delle abbazie cistercensi (che ne prevedevano la realizzazione in un’ampia pianura priva di abitazioni circostanti e vicino a corsi d’acqua). La nostra guida durante il blogger tour #terresienayoung (se non sapete di cosa si tratta cliccate qui) ci ha spiegato che questa è la prima abbazia gotica della toscana che si contraddistingue per i pochi fronzoli.

La costruzione dell’Abbazia è terminata alle soglie del 1200 dopo circa 60 anni di lavori per volontà  del vescovo Ildebrando Pannocchieschi in onore di San Galgano che nacque nel 1148 a Chiusdino, un piccolo borgo a pochi km dall’Abbazia stessa in quella parte di Medioevo piena di violenze e soprusi. Lo stesso Galgano non era lontano da queste angherie ma si rese ben presto conto dell’inutilità di questo modo di vivere e si ritirò a vivere sulla collina di Montesiepi e come segno tangibile di rinuncia alla violenza conficcò la propria spada nella roccia con l’intenzione di usarla come croce su cui pregare e non più come strumento con cui uccidere. Un grande segno simbolico, correva l’anno 1180. Solo un anno dopo Galgano morì e nel 1182 venne dichiarato Santo.

A Chiusdino si possono visitare i resti della sua casa Natale. Chiusdino merita senza dubbio una tappa sulla via San Galgano, è un piccolo borgo acciottolato e pieno di viuzze in un saliscendi durante il quale si incontrano occhi attempati che ti guardano dalle finestre.

Si entra in Abbazia passando per l’importante sala Capitolare o semplicemente Capitolo che era il parlamento dei monaci al quale non potevano partecipare chi non avesse preso i voti (da qui l’espressione: “non aver voce in Capitolo”). Nella Sala si leggeva ogni giorno un “capitolo” della regola e vi si svolgeva la maggior parte delle assemblee legate al funzionamento del monastero e della sua comunità. Qui aveva luogo  l’elezione del nuovo abate quando quest’ultimo veniva a mancare; ma in essa si svolgevano anche delle funzioni giornaliere come l’uffizio della sera dopo il ritorno dei monaci dal lavoro nei campi, l’accusa personale dei peccati di fronte all’assemblea monastica, la discussione di questioni teologiche,  la relazione sull’andamento del lavoro nella comunità ed anche la richiesta di consiglio ai confratelli, da parte dell’abate, in occasione di situazioni particolari da affrontare.

Nel 1652, dopo un lungo periodo di decadenza, avvenne il suo abbandono a cui seguì il crollo del del campanile sul tetto.

La particolarità dell’Abbazia che la rende così unica nel suo genere è appunto la mancanza del tetto, navate ed absidi a cielo aperto le conferiscono un fascino indescrivibile che l’ha resa patria di film di successo come il Paziente inglese di Anthony Minghella. 

Da un anno l’Abbazia è visitabile solo a pagamento (2 euro a testa, 6 euro per una famiglia con due bambini) e nelle sere d’estate è possibile assistere a opere liriche, secondo me un’esperienza indimenticabile solo per la location! Il programma è davvero ricco, tra i prossimi appuntamenti saranno presenti anche Ludovico Einaudi e Paolo Fresu (14/07).

Per una gita in giornata vi consigliamo di iniziare la visita a questo territorio da Chiusdino stesso per avvicinarvi pian piano alla storia di San Galgano, poi di salire fino all’Eremo di Montesiepi costrutito subito dopo la morte del Santo sopra l’antica capanna da lui abitata. Qui è possibile ammirare la splendida spada nella roccia.

La Cappella dell’Eremo vanta affreschi del Lorenzetti sulla vita di Galgano. Da Montesiepi si può scendere all’abbazzia lungo un suggestivo sentiero immerso nel verde.

Dove dormire nelle Terre di Siena

17 Mag

La Provincia di Siena si sa, regala sempre emozioni grazie a colline ondulate in mezzo alle quali si stagliano stradine tortuose color ocra alla cui fine l’occhio incontra cipressi verdissimi. Questa Provincia è un sogno di per sè. Disseminata di bed & breakfast e agriturismi c’è solo l’imbarazzo della scelta, per tutte le tasche, per tutti i gusti.

Durante il nostro blogger tour #terresienayoung (di cui potete leggere il resoconto qui se non lo avete ancora fatto) abbiamo avuto il piacere di toccare con mano per voi due indirizzi veramente speciali che vi consigliamo nel caso stiate progettando una gita fra Val di Chiana, Val d’Orcia e Val di Merse!

Il primo B&B di cui vogliamo parlarvi è la casa vacanze i Chiari al confine fra Toscana ed Umbria in Val di Chiana, a dieci km dal lago Trasimeno e 12 da Montepulciano in posizione strategica che permette di raggiungere in poco tempo località turistiche di pregio.

Siamo arrivati ai Chiari al tramonto, un tramonto stupendo col cielo che arrossava e si tingeva di blu all’orizzonte. I Chiari è una family house costruita all’interno di un antico podere completamente ristrutturato dall’aspetto tipico dei casolari toscani.

Ha sette camere dotate di cucina che si affacciano sulla campagna o ancora meglio sulla splendida piscina all’aperto.

Appena arrivi non te ne rendi conto poi giri l’angolo e ti ritrovi in un immenso parco attrezzato, con sedute di ogni genere ed una grande piscina e la sensazione di relax è assicurata. Ma le sorprese non finiscono qui perchè parlando col proprietario scopriamo che nel pernottamento con colazione a soli 45 euro a persona è compreso anche l’accesso alla zona spa con sauna, bagno turco e idromassaggio.

La cosa che più mi ha colpito di questa family house è la simpatia del proprietario che ci ha accolti con il suo buonumore fin da subito e ci ha serviti e riveriti durante una splendida cena iniziata con un antipasto sublime, chiamato appunto i chiari, che conteneva ogni ben di Dio dal salamino di cinta senese alle verdure pastellate passando per una varietà di crostini toscani che non vi dico, il tavolo a fianco a noi ha ordinato una fiorentina che ancora ce la sogniamo!

A pochi centinaio di metri da qui da qui passano le ippovie toscane e l’agriturismo è convenzionato per la sosta pranzo. Ma non ci sono sole le ippovie, se volete potete avventurarvi per il sentiero della Bonfica in bici lungo il canale maestro della Val di Chiana. Pista piatta non frequentata dai motori che attraversa tutta la Val di Chiana alla scoperta di cantine, frantoi, piazze e artigiani ignorati dal turismo tradizionale. E’ possibile affittare le biciclette nella vicina Oasi LIPU del Lago di Montepulciano.

L’oasi inoltre mette a disposizione dei visitatori capanni e piattaforme per il birdwatching e la possibilità di navigare sulle acque del lago lungo rigogliose aree umide fra pioppi e salici. Si può scegliere fra il battello ad energia solare che ospita fino a 15 persone (è necessario prenotare la navigazione per un costo di 8 euro a testa) oppure si può utilizzare la barca. Nelle sere estive vengono organizzati anche aperi-cena musicali in cui si può navigare di notte.

Infine il secondo posto di cui vi vogliamo parlare è il b&b Palazzo a Merse a pochi km da Chiusdino il Comune che ospita la splendida Abbazia di San Galgano. Questa struttura si trova nella verdissima Val di Merse a 10 km da Siena in un piccolo Borgo che si è sviluppato intorno al suo mulino che risale al XIII secolo.

Gli appartamenti sono tutti ristrutturati e caratterizzati uno ad uno con oggetti agresti e country. In alcune camere c’è anche la vasca da bagno ed in uno addirittura la Yacuzzi per lo stesso prezzo delle altre, 35 euro a testa compresa la prima colazione, mica male, no?

Se il tempo lo permette la colazione viene servita nel giardino fra alberi, fiori e gatti sornioni in un’atmosfera di pace veramente invidiabile, come ha detto Francesca, una delle blogger compagna di viaggio: “sembra d’essere nel Mulino Bianco”.

La struttura offre la possibilità di gite in bicicletta o montain-bike con accompagnatore ed è possibile noleggiare una bici attrezzata per 15 euro al giorno.

Beh allora cosa state aspettando? Correte!

Serendipity ovvero come trovare posti incantevoli sulle nostre belle coste italiane

25 Lug

Un martedì qualunque di giugno metto su Fb la richiesta di un consiglio: quale bel posto di mare per un week end di fuga dalla città nel solleone estivo? Contro ogni prognostico le risposte sono varie e alla fine decidiamo la nostra meta: Lido di camaiore e Tellaro! Girando su tripadvisor troviamo Napiaia, un b&b veramente speciale immerso nelle colline e con una vista mozzafiato sul mare.


Se siete “felici” della vostra routine quotidiana NON alloggiate in questo B&B, perché al vostro ritorno una misteriosa voglia di rivoluzionare la vostra esistenza potrebbe impossessarsi di voi!!!! E’ pura magia…l’accoglienza…l’abitazione…la natura circostante…anche se le persone intorno a te sono perfetti sconosciuti e ogni cosa che ti circonda è nuova ti senti finalmente arrivato a casa. Non lasciatevi impaurire dalla strada tortuosa e ripida necessaria per raggiungere il B&B, perché, come ci ha detto il padrone di casa Amleto, “il Paradiso va conquistato”! Questo è ciò che scrive Luca al ritorno da questo Paradiso su tripadvisore ed è tutto vero!
Da lì in mezz’ora si raggiungono le spiagge della Versilia o le stradine piene d’arte di Pietrasanta.

Alla sera poi, se si ha la forza di abbandonare lo spettacolo di luci che si gode dalla piscina che è terrazzata sull’infinito si può andare a cena all‘Osteria Candalla  a Lombrici di Camaiore a circa un quarto d’ora dal B&B. un posto magnifico con tavolini fra luci soffuse che danno su un fiumiciattolo.
Al ritorno (anche se non volevamo più venire via) ci siamo fermati per un aperitivo a Tellaro, splendido borgo ligure a due passi da Sestri.