Archivio | Trentino Alto Adige RSS feed for this section

Turchese ovunque al Lago di Tenno

8 Lug

Ad un quarto d’ora di macchina da Riva del Garda, nascosto fra le montagne si scopre un lago dalle incredibili acque turchesi: il Lago di Tenno.

image

image

image

image

image

image

Relax e pace sono assicurati, ci si può stendere lungo le sue rive e ammirare per ore questo colore così particolare. Sul lago non ci sono strutture turistiche a parte un piccolo bar a metà della passeggiata circolare che circonda il lago e si immerge nel verde. A sorvegliare il Lago anche i bagnini.
image
image

Unico neo i sassolini sulla baia perciò ricordatevi di prendere con voi un telo spesso oppure un materassino.

Se volete portatevi il pranzo al sacco per un bel pic nic oppure vi consigliamo di ordinare una prelibatezza del posto all’albergo Stella Alpina che vanta una splendida terrazza sul lago: la carne salada e fasoi!
image

image

image

Annunci

Dolomiti Ski Jazz: Musica e Montagna che matrimonio!

24 Mar

Immaginatevi un pomeriggio in odor di primavera sulle piste ancora innevate baciati dal sole e magari sdraiati su una chiase lounge ascoltando buona musica jazz. Un sogno vero?

Questo sogno in Trentino ogni anno diventa realtà. Domenica 18 marzo in Val di Fiemme si è conclusa la 15esima edizione del Dolomiti Ski Jazz Festival.

Una settimana di concerti jazz, swing, con influenza bossa nova nella cornice idilliaca delle Dolomiti. Catene montuose innevate allietate dalle note di musicisti internazionali.

Durante il giorno i concerti si svolgono per lo più presso rifugi raggiungibili con impianti sciistici. Sedersi, ordinare un Hugo (il concorrente trentino dello spritz, a base di prosecco, sciroppo di fiori di Sambuco e una spruzzata di soda il tutto condito da foglie di menta) e gustarsi un concerto gratuito. Poi approffitarne per assaggiare un piatto tipico da rifugio: padellata di primi piatti contente di tutto un pò dagli spatzle ai canederli oppure uno plendido tagliere di formaggi e salumi in cui regna lo speck.

Di ritorno a valle le possibilità di svago sono numerose, passeggiate di nordic walking nei boschi, un pomeriggio di relax nella spa, un’oretta di pattinaggio su ghiaccio o semplicemente una visita in paese magari a Cavalese così denso di storia.

Alla sera invece i concerti si svolgono presso sale e teatri comunali oppure gli artisti si esibiscono in jam session in locali d’atmosfera.

Qualche indirizzo interessante:

Da Tito Maso dello Speck a Daiano, splendida Baita in pure stile trentino in cui assaporare uno dei prodotti tipici più sensazionali che la Regione possa vantare.

Wine Bar Bellavista a Cavalese, locale d’atmosfera sottostante all’omonimo hotel, luogo ideale per bere qualcosa nel centro di Cavalese.

Hotel Lagorai a Cavalese, hotel 4 stelle con la possibilità di rilassarsi nella splendida zona spa anche per chi non vi soggiorna.

Park Hotel Azalea a Cavalese, hotel appartenente alla catena dei world biohotel con un’attenzione particolare alla cura degli ambienti e del cibo.

Agritur Fior di Bosco a Valfroriana, ottimo ristorante su prenotazione a base di cibi rigorosamente bio e a km zero.

Ski center Latemar, km di piste e ampia scelta fra stupendi rifugi, spazi babi, slittovie.

Associazione RespirArt che crea, dà vita e gestisce opere di land art sul massiccio del Latemar.

Least but not last, un ringraziamento particolare a visit trentino e visit fiemme che hanno reso possibile questa esperienza.

Ski Center Latemar

18 Mar

48 Km di piste per 18 impianti e tante possibilità di divertimento. Il Latemar si trova fra Pedrazzo e Moena in Val di Fiemme. Uno splendido scenario fra le Alpi innevate ed imponenti a far da indimenticabile cornice.

Prendendo la telecabina si arriva in quota. Oltre a sciare le possibilità sono varie. Per i più piccini c’è sia un parco giochi che una pista baby. Per i più intrepidi ci si può avventurare nel bosco dei Draghi. Un sentiero circolare nel verde con installazioni di land art che narrano storie di draghi. Uova, farfalle di legno, artigli in pietra prendono forma grazie alla fantasia dell’ideatrice Beatrice Calamari ed alle capacità creative degli allievi dell’Istituto d’arte e dell’artista locale Marco Nones.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La baita Gardonè è una vera oasi sulla neve: palme, chaise lounge, divanetti in cui sorseggiare Hugo e bombardini. E’ possibile anche pranzare all’aperto scegliendo fra il ristorante e il self service panini. Al centro dello spazio esterno domina il pre-ski, un bar circolare protetto da pareti in plexiglias che serve alcolici al suono di musica commerciale.

E per finire divertimento assicurato grazie all’Alpine Coaster Gardonè: salti, paraboliche, giro a 360 gradi, cambi di pendenza e curve mozzafiato per una slittovia da fare soli o in coppia!

Un presidio slow food in Val di Fiemme

17 Mar

La Grigio Alpina è una razza bovina tipica della Val di Fiemme, una delle più vecchie abitanti delle Alpi. E’ divenuta così presidio slow food.

E noi, durante il nostro blog trip Dolomiti Ski Jazz abbiamo avuto il piacere di entrare a contatto con uno dei suoi  allevatori.

“Al centro della nostra azienda c’è l’animale” ha detto Graziano Lozzer, proprietario dell’agritur Fior di Bosco , ed in effetti l’amore per le sue mucche oltre che dalle sue parole traspare anche dai suoi occhi. “Nel 1998 quando ho chiesto di poter inziare la mia attività agricola mi è stato dato il disciplinare delle aziende biologiche e leggendolo mi son detto: ma io tutte queste cose le faccio già”. Ciò significa essere biologici per vocazione.

Ognuna delle 17 mucche che abbiamo incontrato nella stalla ha un nome che ha l’inziale della madre che l’ha data alla luce.

Uno degli aspetti che più ci ha colpito è stata la sensibilità di utilizzare i fiori di Bach nel curare gli animali dell’allevamento.

L’azienda agrituristica Fior di Bosco si trova a Valfloriana alle porte della Val di Fiemme.

E’ presente tutta la filiera del formaggio, dalle mucche al caseificio fino alla tavola.

Il ristorante è ottimo, vengono serviti prodotti biologici di alta qualità, tutti rigorosamente trentini.

E’ possibile anche soggiornare nella quiete della Valle.


Cosa fare ad Andalo in un giorno

2 Mar

image

Adoro la montagna quando c’è il sole quindi non ho esitato alla proposta di aderire alla gita social dell’ente di formazione per cui lavoro. E poi è così bello poter vedere i tuoi colleghi anche sotto un’altra veste e non solo quella classica d’ufficio. Anche se la nostra situazione lavorativa di classico ha ben poco dato che lavoriamo cercando di motivare tutti i giorni ragazzini che non hanno voglia di studiare e con vite incerte alle spalle. Ma oggi tutto ciò era bandito, c’eravamo solo noi, il sole e le Dolomiti a far da cornice.

Mentre i nostri colleghi si sono lanciati sulle piste noi ne abbiamo approffittato per una passeggiata nel bosco direzione tana dell’ermellino, ristoro a 40 minuti di camminata pianeggiante dal centro. Da lontano intravedevo le seggiole arancioni e non vedevo l’ora di sedermi, chiacchirare e bermi il primo spritz della giornat!

Verso l’una abbiamo preso gli impianti di risalita (ovovia e seggiovia) per arrivare in cima alla Paganella da cui si gode una vista mozzafiato sulle Dolomiti! A due minuti si trova il rifugio la Roda in cui si possono assaggiare squisiti piatti locali e, se come nel nostro caso la giornata lo permette, sedersi all’aperto magari sorseggiando un traminer al suono della musica.

Veramente sazi siamo ridiscesi in paese per le ultime compre. Peccato aver saltato una tappa d’obbligo ad Andalo, una sosta alla spa del centro benessere comunale. Varie saune,bagni turchi e zone relax in cui unico neo é il dover star nudi. Ad ogni ora sono organizzati momenti speciali alle erbe, con le campane tibetane ecc..

Verrebbe voglia di stare un giorno in piú!

Non solo mercatini di Natale

10 Dic

Alto Adige, neve, gare in slittino, terme e saune e perchè no anche qualche mercatino di natale.

Durante l’inverno adoro passare un week-end in Alto Adige.

Perchè?

Perchè c’è tanta neve che dà l’impressione che sta proprio arrivando il Natale;

perchè si possono trovare hotel molto belli con zone spa eccezionali;

perchè fare una discesa in due in slittino è emozionante e troppo divertente!

In questi anni sono stata nei seguenti hotel, tutti molto belli e con zona sauna veramente stupende, ve li elenco in ordine di gradimento:

http://www.waltershof.it/ a San Nicola appena sopra Merano, indescrivibile davvero, il top!

http://www.hotelpetrus.com/it/ a Brunico, piccolo ma molto carino

http://www.schneeberg.it/it/ a Racines, poco sopra a Vipiteno, enorme, con una zona spa di km e km e sempre in continuo ampliamento

Avete solo l’imbarazzo della scelta, ognuno di questi hotel si trova vicino ad una zona dove potete visitare i mitici mercatini di Natale (anche se a me dopo un pò già stufano) e approfittare per bere un pò di vin brule e mangiare qualche bretzel con wustel !

Anche per una discesa in slittino c’è solo l’imbarazzo della scelta, io ho provato Prato Piazza di cui mi sono innamorata e  il Plan de Corones in cui abbiamo mangiato presso il   rifugio Haidenherg a S. Stefano.

Non possono non essere menzionate le terme pubbliche di Merano costruite da Renzo Piano e quelle di Andalo più piccole ma ugualmente molto carine.

Buon neve a tutti…